Parachirurgia Laser

II laser è un raggio di luce uniforme e potente che può essere prodotto in modi diversi.
In oftalmologia vengono usati vari tipi di laser al fine di ottimizzare le caratteristiche di ciascun raggio.

“La Parachirurgia laser è un’intensa tecnica energetica ectoplasmica, penetrante, intromissiva, invasiva, impregnante, senza sangue ed indolore.

Argon Laser

Yag Laser

Argon Laser

L’argon laser è un tipo di laser il cui fascio luminoso, generato da un gas nobile (argon), ha un effetto termico a livello retinico. Attraversando i mezzi ottici trasparenti (cornea, cristallino, vitreo) tale laser va a riscaldare l’epitelio pigmentato della retina permettendo di curare una serie di malattie della retina come rotture della retina, fori retinici, degenerazioni regmatogene della periferia retinica (fenomeno chiamato “fotocoagulazione” poiché l’energia veicolata dalla luce determina una coagulazione dei tessuti a contatto con l’epitelio).

“Se non trattate, tali patologie possono portare, nella maggioranza dei casi, al distacco della retina che necessita di una chirurgia molto invasiva e che sovente non consente un recupero ottimale.

L’Argon Laser è inoltre indispensabile nel trattamento della retinopatia diabetica e in tutte le situazioni di ischemia retinica secondarie ad occlusioni dei vasi retinici.

Un utilizzo più di “nicchia” dell’Argon Laser viene fatto per l’iridoplastica, una metodica usata per il trattamento del glaucoma ad angolo stretto e nell’iride a “plateau”.

argonlaser2

Yag Laser

yaglaser

Il laser Yag viene utilizzato per correggere alcune malattie dell’occhio e ha a peculiarità di distruggere il tessuto bersaglio, motivo per cui viene denominato “laser fotodistruttivo”.

Utilizzo

Questo laser viene impiegato ambulatorialmente per il trattamento di:

    • Cataratta secondaria

(è una possibile conseguenza dell’intervento di cataratta, in cui avviene una progressiva opacizzazione della capsula che contiene la lente intraoculare artificiale. Il laser Yag buca la parte posteriore della capsula divenuta opaca eliminando l’appannamento visivo causato dalla patologia)

  • Glaucoma prodromico angolo stretto
  • Glaucoma cronico angolo stretto
  • Per tagliare aderenza tra iride e strutture trabecolo angolari

“Il trattamento è ambulatoriale, in anestesia topica e indolore.
Dopo l’intervento verranno prescritte terapie a base di colliri antinfiammatori.